Adonis in Bronzo e Marmo: L’Eterna Bellezza dell’adolescenza nell’Arte

Il corpo umano nella sua forma più autentica, nudo e puro, è da sempre protagonista nell’arte. Mentre la comune percezione potrebbe orientarsi verso una predominanza del corpo femminile, la storia artistica ci mostra una diversa realtà: le statue di giovani maschi, realizzate sia in bronzo che in marmo, celebrano con eloquenza ineguagliabile la bellezza di un corpo che, nonostante la tenerezza adolescenziale, promette una muscolatura imponente.

L’antica Grecia è la culla di questo fascino, dove il corpo maschile viene deificato e trasformato in simbolo di forza e virtù. Gli esempi sono numerosi, come l’Apollo del Belvedere che incarna l’ideale di bellezza di un giovane uomo nel pieno della vita, un perfetto connubio di vigore e grazia, ardore e intelligenza.

Apollo del Belvedere

Un’altra interessante rappresentazione è l’Ermafrodito dormiente, una figura che unisce elementi maschili e femminili, rappresentando una fusione perfetta dei due sessi. Questa creatura mitologica, figlia di Afrodite e Hermes, incarna una forma di bellezza ambigua e complessa, che va oltre la semplice distinzione di genere.

L’arte ellenistica fornisce ulteriori esempi, come la statua del Giovane di Mozia. Questa scultura di marmo greco, raffigurante un giovane nudo in posa eroica, potrebbe rappresentare un atleta in pieno sforzo. Il giovane di Mozia, con il suo corpo snello e muscoloso, rappresenta l’ideale di bellezza giovanile nell’arte ellenistica.

L’arte non si limita a esplorare la fisicità del corpo maschile. La nudità è vista come un richiamo alla purezza primordiale, un rifiuto delle strutture sociali limitanti. Così, l’immagine del giovane nudo diventa un simbolo di un’innocenza originale e di un ideale spirituale e morale.

In epoca classica, l’arte si concentra sulla rappresentazione del corpo adolescente. Un esempio paradigmatico è il Doryphoros di Policleto, che ritrae un giovane atleta nel pieno del suo vigore, in equilibrio tra la spensieratezza della giovinezza e l’imminente maturità.

Anche in periodi più recenti, l’adolescenza è stata un tema ricorrente nella scultura e nell’arte. Ad esempio, Auguste Rodin, artista francese del 19° secolo, ha realizzato opere significative su questo tema, come “L’Età del Bronzo”, rappresentando un giovane uomo sull’orlo della maturità.

"L'Età del Bronzo" di Auguste Rodin

L’arte contemporanea non è immune a questo fascino. Will McBride, fotografo e scultore tedesco-americano, ha realizzato sculture in bronzo di adolescenti. McBride è noto per le sue fotografie provocatorie che documentano la vita e la crescita dei giovani, spesso sfidando le convenzioni sociali e culturali.

Da una prospettiva psicologica, l’attrazione verso la bellezza dei giovinetti può essere interpretata come il desiderio di catturare e preservare la bellezza e la giovinezza. Molti capolavori dell’arte ritraggono figure giovani nel pieno del loro splendore, come se volessero immortalare quell’istante di perfezione prima che il tempo lasci il suo segno.

RAGAZZO, 1983 di WIll McBride - bozzetto

In questo contesto, le statue di giovani in bronzo e marmo rappresentano un capitolo importante nella storia dell’arte. Queste opere ci ricordano che la bellezza è un concetto più ampio e profondo di quanto ci si potrebbe aspettare, permettendoci di apprezzare la bellezza in tutte le sue forme.

Alla luce di quanto esposto, risulta evidente come la rappresentazione dell’adolescenza in scultura sia un tema ricorrente che attraversa epoche e culture. Ogni artista, nel suo tempo e nel suo modo, ha cercato di catturare l’essenza di questa fase della vita, creando opere che riflettono sia la bellezza esteriore che le turbolenze interiori dell’adolescenza.

© Marco Mattiuzzi

By Marco Mattiuzzi

Artista poliedrico, ex docente e divulgatore, ha dedicato anni all'arte e alla comunicazione. Ha insegnato chitarra classica, esposto foto e scritto su riviste. Nel settore librario, ha promosso fotografia e arte tramite la HF Distribuzione, azienda specializzata nella vendita per corrispondenza. Attualmente è titolare della CYBERSPAZIO WEB & STREAMING HOSTING. Nel 2018 ha creato il gruppo Facebook "Pillole d'Arte" con oltre 65.000 iscritti e gestisce CYBERSPAZIO WEB RADIO dedicata alla musica classica. Collabora con diverse organizzazioni culturali a Vercelli, tra cui Amici dei Musei e Artes Liberales.
Per ulteriori info clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Related Posts

error: Content is protected !!
;