Il Cimitero dei Libri Dimenticati: Un’Elegia per le Storie Perdute di Carlos Ruiz Zafon

Nelle viscere di Barcellona, nella sua anima nascosta e sotterranea, si cela un luogo incantato e misterioso: Il Cimitero dei Libri Dimenticati. Nel ciclo narrativo di Carlos Ruiz Zafón, questo luogo è un labirinto di volumi e storie perdute, una biblioteca sconfinata che conserva l’eco di parole dimenticate, la traccia di storie che una volta hanno incantato i loro lettori, ma che il tempo e l’oblio hanno cancellato dalla memoria collettiva.

Zafón, con il suo stile narrativo avvolgente e la sua prosa lirica, ci invita a riflettere sul destino dei libri e delle storie che raccontano. In un mondo in cui il successo è spesso misurato in termini di vendite e visibilità, cosa succede ai libri che, dopo un breve periodo di gloria, sono destinati a scomparire sugli scaffali polverosi di qualche libreria dimenticata?

Ma il Cimitero dei Libri Dimenticati non è solo un luogo di oblio, ma anche di rinascita. Come suggerisce il nome, è un cimitero, ma anche un santuario, un luogo di conservazione e riscoperta. Come il giovane protagonista Daniel Sempere, molti visitatori vengono qui in cerca di un libro, di una storia che possa risvegliare in loro un sentimento, un’idea, una passione. E in quel momento, nel silenzio del cimitero, un libro dimenticato può tornare alla vita, rivivere nelle mani e nella mente del lettore.

In quest’opera, Zafón ci ricorda il potere dei libri e della lettura. Ogni libro ha la sua anima, la sua vita, e ogni lettura è un atto di risurrezione. Anche i libri dimenticati, quelli che sembrano perduti nell’oblio, possono tornare a vivere, possono ancora raccontare la loro storia, se solo c’è qualcuno disposto a leggerli.

Il Cimitero dei Libri Dimenticati è un inno alla letteratura, alla sua immortalità e alla sua capacità di resistere al tempo e all’oblio. Zafón ci invita a non dimenticare i libri dimenticati, a non lasciarli nell’ombra, ma a riportarli alla luce, a dar loro una nuova vita. Perché, come ci insegna Zafón, ogni libro ha una storia da raccontare, una vita da vivere, e merita di essere letto, amato e ricordato.
By Marco Mattiuzzi

Artista poliedrico, ex docente e divulgatore, ha dedicato anni all'arte e alla comunicazione. Ha insegnato chitarra classica, esposto foto e scritto su riviste. Nel settore librario, ha promosso fotografia e arte tramite la HF Distribuzione, azienda specializzata nella vendita per corrispondenza. Attualmente è titolare della CYBERSPAZIO WEB & STREAMING HOSTING. Nel 2018 ha creato il gruppo Facebook "Pillole d'Arte" con oltre 65.000 iscritti e gestisce CYBERSPAZIO WEB RADIO dedicata alla musica classica. Collabora con diverse organizzazioni culturali a Vercelli, tra cui Amici dei Musei e Artes Liberales.
Per ulteriori info clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Related Posts

error: Content is protected !!
;